Cambia struttura

Dott. Claudio Bombi – Specialista in Allergologia, Tisiologia e Malattie Apparato respiratorio.

La primavera non viene per caso, c’è un perché nell’aprirsi del cielo ad un’aria già mite… sì, quant’è bella questa immagine! Dopo i rigori invernali la primavera è attesa da sempre con trepidazione e spensieratezza. Non da tutti, però. Sappiamo bene che una consistente parte della popolazione italiana vede il sopraggiungere delle belle giornate con timore perché presto sarà colpita dagli inesorabili sintomi dell’allergia ai pollini.

Ma questo 2020 è un anno diverso, così diverso dagli altri che ce lo ricorderemo per sempre.

Chi, in queste giornate di bel tempo, sta presentando qualche isolato e innocente starnuto e quel fastidioso bruciore al naso e alla congiuntiva quasi se ne rallegra, ben sapendo che tanti nostri amici stanno soffrendo per disturbi molto più gravi. A loro va il nostro incoraggiamento e tutta la nostra solidarietà.

Nel frattempo i pollini (può essere utile consultare il Bollettino Pollini specifico per la nostra provincia) stanno imperversando grazie ad una stagione che, in altri tempi, avremmo detto meravigliosa.

Allora non abbassiamo la guardia (la mascherina peraltro già ci protegge).

Riprendiamo le terapie abituali: l’antistaminico serale e lo spray nasale (ev. l’associazione antistaminico/cortisonico mattino e sera per cicli di 2-3 settimane anche ripetibili), molto utili risultano anche i lavaggi nasali con acido jaluronico o soluzioni saline isotoniche oltre al collirio tipo Cromoglicato sodico monodose.

Con la terapia sopra riportata i sintomi tipici dell’allergia miglioreranno sicuramente rassicurando il paziente sulla natura stagionale del problema. Qualora invece il quadro si modificasse sensibilmente comparendo febbre persistente, tosse parossistica e difficoltà respiratoria (sintomi potenzialmente suggestivi di patologia virale) sarà opportuno informare il Medico curante che provvederà a indirizzare il paziente verso strutture sanitarie predisposte ad affrontare l’emergenza.

Per informazioni e prenotazioni clicca qui.

Cambia struttura