Ecco alcuni consigli dei nostri specialisti prima di esporsi al sole.
Dottoressa Annalucia Virdi e Dottor Maurizio Zanni
Specialisti in Dermatologia e Venereologia

Quali sono gli accorgimenti da seguire prima di esporsi al sole?

È sempre utile effettuare una visita dermatologica antecedente l’esposizione solare, durante la quale lo specialista valuterà il tipo di cute del paziente ed il suo grado di reazione ai raggi ultravioletti (il cosiddetto fototipo cutaneo). 
Inoltre potrà effettuare un controllo accurato di tutte le macchie cutanee pigmentate, in particolare quelle senza dubbio più importanti i nevi melanocitici, ma anche altri tipi di macchie fra cui cheratosi senili, cheratosi seborroiche, angiomi rubini ed altre.

Quali sono gli accorgimenti da seguire invece durante l’esposizione al sole?

L‘ accorgimento più importante in assoluto è quello di proteggere tutto l’ambito cutaneo dai raggi UV. Una fotoprotezione solare topica adeguata al proprio fototipo cutaneo, eviterà in tale modo le dannose scottature.

Non esporre direttamente  i bambini sotto i 3 anni. Evitare gli orari in cui le radiazioni ultraviolette sono più incidenti sul suolo terrestre, in particolare tra le 12 e le 16.  Utilizzare anche cappellini ed occhiali da sole con buone lenti protettive per non incorrere in danni al cuoio capelluto ed oculari.  

Come comportarsi durante tutto l’arco dell’anno per avere una pelle più sana e più bella?

Seguire uno stile di vita corretto partendo da una corretta alimentazione. In particolare bevendo almeno 1 litro, 1 litro e mezzo di acqua al giorno, cercando di mangiare almeno 5 porzioni giornaliere tra frutta e verdura fresca. Evitare il sovrappeso ed il fumo. E, non da ultimo, ascoltare i consigli del proprio dermatologo per una corretta detersione ed idratazione cutanea del viso e del resto del corpo.

NELLA PREVENZIONE DEI TUMORI CUTANEI fondamentale è il monitoraggio periodico della cute da parte del paziente (autocontrollo). Un’attenzione particolare va data alla comparsa di neoformazioni o nevi diversi dagli altri e al cambiamento di un neo preesistente.

Una semplice regola per l’autocontrollo dei nevi è quella dell’ABCDE:
A = asimmetria
B = bordi irregolari (a “carta geografica”)
C = colore non uniforme (presenza di più colori)
D = dimensioni > 6 mm
E = evoluzione cioè tendenza a modificarsi nel tempo, nella forma e nel colore e ad accrescersi, soprattutto se tali modificazioni avvengono nell’arco di pochi mesi.
In caso di nevo sospetto bisogna rivolgersi al dermatologo poiché una diagnosi precoce di un tumore cutaneo consente la guarigione. Oltre all’autocontrollo e alla fotoprotezione accurata, è importante effettuare periodici controlli dal dermatologo.

Prenota la tua visita dermatologica!